logo

Arina Alexeeva – Mezzosoprano

Biografia

“Il mezzosoprano russo Arina Alexeeva si distingue per uno strumento vocale omogeneo, luminoso nel registro acuto e bronzeo in quello medio-grave.” (Suzuki in “Madama Butterfly”– Pocket Opera 2017)
Nativa di Tjumen (Russia), Arina Alexeeva studia pianoforte presso la scuola di musica della sua città e canto presso l'Accademia Statale di Arte e Cultura. Nel 2007 a  Mosca  vince  il  premio  “Concorso  di  arte  contemporanea”  e  nel  2009/10  è ammessa al Conservatorio G. Verdi di Milano nella classe di Canto della Prof.ssa Jenny Anvelt.
Si distingue in diversi laboratori e concorsi lirici che le consentono di debuttare primi ruoli come Serpina ne La serva padrona di Pergolesi e Fiordispina ne L’Impresario in angustie di Cimarosa (laboratorio “Cantarsettecento”, sotto la direzione musicale della Prof.ssa Sonia Grandis), Rosina ne Il barbiere di Siviglia di Rossini (come vincitrice del Concorso Lirico Besostri nel 2015), Cherubino ne Le nozze di Figaro a Bellinzona.
Nel  2016  figura  tra  i  vincitori  del  prestigioso  concorso  AsLiCo  ed  è  subito confermata nel ruolo di Hyppolita in A Midsummer Night's Dream di Britten con la direzione di F. Cilluffo e la regia di F. Bruni e E. de Capitani nei Teatri del Circuito Lombardia (Como, Pavia, Brescia e Cremona). L’anno seguente debutta nei ruoli di Suzuki in Madama Butterfly con Opera Pocket con la direzione di A. Palumbo e la regia di R. Catalano e Rosina ne Il barbiere di Siviglia con Opera Domani con la direzione di M. Spotti e la regia di D. Rubeca ed è riconfermata dal Circuito  Opera  Lombardia  come  Mercedes  in  Carmen  con  la  direzione  C. Goldstein e la regia di F. Roels.

Nella stagione 2017/18 Arina Alexeeva debutta al Landestheater di Salisburgo come interprete di Cherubino ne Le nozze di Figaro con la direzione di A. Kelly e la regia di J. Spirei. Fa seguito il debutto all’Arena di Verona come Mercedes in Carmen con la direzione di F. I. Ciampa e la regia di H. De Ana e come Sacerdotessa in Aida con direttori J. Bernàcer, D. Oren e A. Battistoni e la celebre regia di F. Zeffirelli. In concerto Arina Alexeeva si è esibita in Stabat Mater di Pergolesi al Teatro Alfieri di Asti, Requiem di Mozart con la Brixia Symphony Orchestra a Brescia e in Magnificat di Bach presso la Collegiata di San Secondo con l'Orchestra Melos Filarmonica. Ha  partecipato  a  masterclasses  con  Daniela  Dessì,  Fabio  Armiliato,  Giuliano Carella, Luciana d'Intino, Giacomo Aragall, Mariella Devia.

In seguito all'ammissione al Biennio specialistico in Canto, ha presto parte alla realizzazione di una pellicola cinematografica come interprete di Judith nell'opera di Bartòk Il castello del duca Barbablù, proiettata ed eseguita con l'orchestra “La Verdi” presso l'Auditorium di Milano nel 2015.